0%
  • raccolti €0
  • Obiettivo €500,000
  • Giorni rimasti TERMINATA

Descrizione campagna

L’Associazione Diffusione Cultura PensieriParole ONLUS affianca l’associazione Zanantsika presente in Madagascar dal 1998, nell’alfabetizzazione e promozione dell’istruzione dei bambini, a partire dalla scuola dell’infanzia, sino alla scuola media. La località dove opera è situata sulla costa sud est del Madagascar. Le varie scuole, gestite direttamente dall’associazione, sono sparse in un territorio vasto (grande quanto la provincia di Vicenza). Sono presenti tredici scuole per un totale di circa tremila scolari.

L’ADC PensieriParole ONLUS andrà in loco tra dicembre 2016 e gennaio 2017 per consegnare ufficialmente tutte le donazioni ricevute; verrà quindi prodotto un dettagliato reportage degli interventi.

Tre si trovano presso i villaggi dei pescatori sulla costa. Altre nove sono ai limiti della foresta e nella boscaglia, mentre presso il villaggio di Vohimasina si trova il centro scolastico principale dove hanno sede le scuole materna, elementare e media.

Nel periodo dei cicloni, che va da gennaio ad aprile, i raccolti di riso vengono spesso distrutti. Per questo, molti bambini non mangiavano e arrivavano a scuola dopo un cammino di qualche chilometro già stanchi per non aver fatto colazione, spesso si addormentavano sui banchi e non riuscivano a prestare attenzione alla lezione.

L’associazione, preso atto del problema, ha assunto fin da subito l’impegno di garantire ai bambini un pasto al giorno, in quel periodo di penuria alimentare.

La situazione sanitaria nel territorio si presenta particolarmente difficile: è presente un ospedale che deve far fronte alle esigenze sanitarie di circa 95.000 abitanti con soli 6 medici.

La maggioranza delle nostre scuole si trova lontano dall’ospedale, da un minimo di mezz’ora di cammino ad un massimo di 5 ore a piedi o in piroga. Per questo motivo molte persone non accedono a questo servizio se non quando la situazione è veramente compromessa.

Visto il problema sanitario che coinvolge anche i bambini delle scuole, l’associazione, oltre all’istruzione, dà in caso di bisogno assistenza sanitaria, contribuendo ai costi delle cure e dei medicinali.

Purtroppo, causa la distanza dall’ospedale, molte persone non ricevono tempestivamente le cure necessarie. Per questo si sente l’esigenza di aprire un ambulatorio, dove dare le prime cure e individuare i pazienti da trasportare all’ospedale con l’ambulanza dell’associazione che fa servizio da un paio d’anni grazie all’associazione Sogit di Brendola.

L’associazione ha iniziato a collaborare da alcuni anni con dei medici di famiglia di Sovizzo, medici dell’ospedale di Vicenza, successivamente con l’associazione medici vicentini per il mondo e un gruppo di operatori del centro autistico di Verona. I Medici Vicentini per il Mondo hanno continuato la loro collaborazione per diversi anni visitando i bambini di tutte le scuole e soggiornando presso l’associazione per qualche settimana ogni anno. Le patologie più comuni che hanno evidenziato nei bambini sono: problemi dentari, malaria, affezioni respiratorie, otiti, dermatiti, dissenterie, malnutrizione.

I Medici Vicentini per il Mondo hanno sperimentato un programma nutrizionale specifico utilizzando un prodotto locale per combattere la malnutrizione. Da questo è stata prodotta una miscela ipercalorica chiamata “pappa Vicenza”.

Tutto questo purtroppo non è sufficiente a soddisfare i bisogni sanitari della popolazioni. Ecco la necessità di aprire un centro sanitario che possa servire tutta la popolazione.

Situazione sanitaria:

  • la popolazione della vallata basso Faraony è di circa 95.000 persone
  • i medici presenti nella vallata sono 6
  • le principali malattie che colpiscono i bambini sono la dissenteria, le infezioni respiratorie e la malaria
  • la mortalità da parto è ancora molto elevata
  • non vi sono dati statistici della mortalità infantile della vallata

Obiettivo del progetto:

  • prestare assistenza sanitaria ai bambini e adulti per cure sanitarie che non necessitano ricovero ospedaliero
  • screening ed invio all’ospedale dei soggetti che necessitano di prestazioni sanitarie ospedaliere specifiche
  • allestimento in un locale di un edificio dell’associazione di un ambulatorio medico con presenza fissa di un infermiera e presenza bisettimanale di un medico
  • fornitura delle attrezzature e presidi medici necessari
  • supporto alla formazione del personale sanitario
  • costruzione di un centro sanitario dell’Associazione (edificio in parte già costruito ) nel villaggio di Vohimasina-nord.